Mese: febbraio 2017

Mungitura Automatizzata

La riduzione del lavoro, una miglior vita sociale per gli allevatori e l’aumento della produzione di latte, dovuto ad una mungitura più frequente, rappresentano importanti benefici della mungitura automatica. L’adozione di un sistema di mungitura robotizzato, infatti, modifica diversi aspetti della gestione dell’allevamento, alterando sia la natura che l’organizzazione del lavoro. Ciò permette al robot di effettuare la mungitura senza la presenza dell’uomo, svolgendo il suo compito con precisione e osservando scrupolosamente le istruzioni impartite dal programma.

Ci poniamo un duplice obiettivo: riconoscere un premio all’animale che si presenta al box di mungitura e, allo stesso tempo, differenziare la somministrazione degli alimenti in funzione della produttività del singolo animale. Pertanto, con una strategia alimentare vincente, per migliorare il flusso delle bovine al robot, consiste nell’agire sia sulla quantità di prodotto somministrato, sia sull’impiego di sostanze appetizzanti per rendere il concentrato più appetibile.

La mungitura diventa, quindi, non più un’operazione da eseguire ad intervalli regolari, due o tre volte al giorno, bensì un momento scelto liberamente dagli animali (self-milking); le bovine possono così recarsi ad ogni ora del giorno e della notte alla stazione di mungitura robotizzata, posta all’interno della stalla. Se nel recente passato si considerava di dover eliminare animali in percentuali dell’ordine del 10-15% a seconda della tecnologia impiegata, e sulla base di considerazioni morfologiche, oggi non più del 5% dei soggetti viene scartato nel passaggio dalla mungitura convenzionale a quella robotizzata e, per lo più, a causa del comportamento dell’animale stesso.

L’utilizzo del Robot, consente loro di scegliere il momento della mungitura in modo più naturale e congeniale, potendo così raggiungere un ulteriore miglioramento delle loro condizioni di benessere. Nell’ambito aziendale, inoltre, tale possibilità consente di estrinsecare le maggiori potenzialità produttive possedute da gran parte dei soggetti oggi allevati, garantendo livelli produttivi superiori di un 15% o più, secondo i rilievi e le esperienze acquisite dagli zootecnici.

Vantaggi per l’allevatore:

L’introduzione del robot di mungitura in azienda comporta una radicale trasformazione nella tipologia e nelle tempistiche di lavoro per l’allevatore. Certamente uno degli aspetti che rende questo sistema di sicuro interesse per l’allevatore è rappresentato dalla possibilità per lo stesso di essere sollevato dalla quotidiana routine di mungitura, tempo che può così dedicare ad altre attività aziendali, quali i lavori dei terreni, la preparazione della miscelata Unifeed e, cosa molto importante, la cura dei piedi. Aumento della produttività.

Monitoraggio automatico dei parametri fisiologico – produttivi.

Ulteriore ed importante vantaggio dell’uso del Robot di mungitura, consiste nel disporre di un sistema evoluto di autodiagnostica (passaggio delle bovine nel box di mungitura, tempi di mungitura, numero di mungiture giornaliere, operazioni di lavaggio) e alle prestazioni delle bovine (produzione di latte per singolo quarto, caratteristiche compositive del latte) nonché sullo stato di salute delle stesse attraverso una serie di sistemi di rilevazione, il più diffuso dei quali è la conducibilità elettrica del latte. Il tutto aiuta ad evidenziare i componenti che presentano anomalie, per garantire facili e veloci interventi di mirata nutrizione.

Leggi tutto: